Welcome to our haunted house: seconda parte

In questo articolo vi presento la continuazione dell’attività sull’ampliamento del lessico per la classe quarta o quinta che trovate qui.

Dopo aver raccolto tutti i vocaboli, è il momento di provare a scrivere qualche frase e lo faremo a gruppi cooperativi di 4 bambini. Prima però andremo a costruire la nostra casa, sempre in modo cooperativo.


La costruzione della casa stregata

Materiali

Diamo a ogni gruppo di 4 un cartoncino A3 colorato (giallo, arancione, blu scuro, viola,…) per la base, un cartoncino nero in formato A4 e un normale foglio bianco da stampante.

I materiali necessari sono forbici, colla, matita bianca, colori.

Perchè è un’attività cooperativa?

Ogni bambino costruirà un quarto della casa e dovrà coordinarsi con gli altri per la sua creazione.

  • Per prima cosa si deve dividere il foglio nero e quello bianco in quattro parti; ogni bambino riceve un quarto di foglio nero e uno bianco.
  • Ognuno ritaglia una porta o una finestra nella sua parte di casa.
  • A seguire incolla la propria parte di casa sul foglio bianco.
  • A questo punto potrà disegnare all’interno delle aperture un personaggio a sua scelta, coordinandosi con gli altri.
  • I quattro bambini si accordano sulla composizione della casa e la incollano sulla base di cartoncino A3.
  • Si procede all’elaborazione delle decorazioni con la matita bianca e alla creazione del tetto (disegnato o creato con altro cartoncino, se si preferisce).
Ecco un esempio!

Ed ora la casa è pronta!

Attività di scrittura

Ora procediamo all’attività di scrittura vera e propria: i bambini dovranno scrivere delle frasi sui personaggi che vivono nella loro abitazione stregata! L’aspetto interessante è che questa attività è modulabile a seconda dell’età dei bambini.

  1. Per i più grandicelli si può optare per un esercizio su present simple e present continuous: es. In the haunted house a hairy monster is catching a mouse. La casa in realtà è solo un pretesto per accendere l’entusiasmo e smuovere la fantasia e rappresenta un importante punto di partenza: gli alunni infatti, in base alle proprie capacità, possono cimentarsi in produzioni anche più complesse e provare ad ampliare il testo con i sentimenti, gli aggettivi, i verbi… fino a costruire una piccola storia! es. Charlie is in the kitchen and he sees a vampire watching tv. Charlie is scared and shouts! Possiamo anche proporlo in prima persona, che è più semplice e d’impatto! es. I am on the second floor and i hear a squeeky door: there is a monster behind it and it is grimming! Per aiutarli possiamo dare loro una frase d’esempio di questo tipo… vi stupiranno!
  2. Per i più piccoli si può scegliere la formula THERE IS/THERE ARE unita ai vocaboli della casa! es. In the haunted house there is a vampire!
  3. Per i piccolissimi si può chiedere di scrivere sotto ad un grande titolo “WELCOME TO THE HAUNTED HOUSE” i nomi dei personaggi copiati dalla lavagna, magari con qualche disegno da colorare.

Riflessioni conclusive

Credo sia una buona alternativa alle solite schede: non richiede fotocopie e necessita di pochi materiali per la sua realizzazione… è un’attività che potete fare anche all’ultimo minuto! 👻


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Creato su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: